28 settembre 2014

E. Price: l'ironia incontra la tenerezza

Avevo già scoperto Elizabeth Price, alcuni anni fa.
Le sue sculture a mezzo busto, con grandi braccia, mi avevano colpito. Le opere più recenti, invece, veramente mi divertono.
L'artista è geniale nella scelta delle misure e delle proporzioni dei personaggi, che compongono un universo parallello di donne e uomini, normali e quotidiani.
Sdraiate su un libro.  Gambe a ciondoloni da una mensola. Sedute accanto ad un barattolo di zucchero come se stessero ascoltando il mondo. Sono ovunque, fino a diventare perfetti visitatori di mostre altrui, come la coppia che osserva, in prospettiva privilegiata, un vaso in ceramica.
Che dire? Lei si diverte, e molto, a modellarle. Io le guardo stupita, per l'ironia e la tenerezza con cui racconta la vita, vista da un altro punto di vista.










10 settembre 2014

Gli storti di fiori

Gli storti di fiori: il Rosso, 2014
Sempre attraverso  Matisse, le sue tappezzerie, i suoi interni, borghesi e colorati.
Gli Storti sono giochi di tornio, coni sovrapposti con tagli vari, decorati ad ingobbio e smalti.
Tre. Il numero perfetto.

Gli storti di fiori: il Verde, 2014.
Gli storti di fiori: il Celeste, 2014.



2 settembre 2014

Matisse, un amore [seconda puntata]

In questo periodo continuo a cercare linee semplici e tecniche miste ancora per Matisse.
Un ritaglio del "Nudo in blu" combaciava perfettamente con la sagome del vaso in lastra bianca.


La finestra e la composizione della Deserte si sono adattate perfettamente sulla rigida superficie di un secondo vaso.

Il sontuoso e enorme gioco della "Danza" si è accomodato piacevolmente sopra la rotondità, poco scontata, di un grande piatto.

"...della Danza di Matisse fissare un attimo, quello in cui le mani stanno per prendersi, in un movimento di energia e di condivisione"

31 agosto 2014

Matisse, work in progress.


Il percorso ad ostacoli per incontrare il colore di Matisse, lavorando con ingobbi e sottosmalto...

Cercare il fondo, preparando le basi..

Aggiungere ossido di ferro per la profondità del cielo e dare corpo ai corpi...

Ultime linee e colpi di colore...




29 agosto 2014

Matisse, un amore

La Deserte, il Nudo Blu, la Danza di Matisse: da qualche parte della memoria continuavano a tornare su.
Alla fine ho seguito l'istinto. Lastre di argilla, forme semplici, adatte ad accogliere parti di ognuno di questi   dipinti.
Ho scoperto che copiare Matisse mi fa bene.
Seguire le sue linee sinuose. Studiare la saturazione dei suoi colori, anche trovare la cancellatura e l'errore.
In qualche modo un contatto, un incontro.




13 agosto 2014

summer works


Estate strana. Poco caldo, almeno dalle mie parti, si può ancora lavorare e sperimentare.
Textures semplici: tutto con un taglierino.


conDividiMI